Arredo Fluido

Case grandi/piccole

Il nostro tempo è un tempo di grandi trasformazioni; soprattutto, più che in ogni altra epoca, ci rendiamo conto che i cambiamenti avvengono con grande velocità. Nessun aspetto della nostra vita sfugge a questa regola: la famiglia, il lavoro, l’economia e più in generale tutte le relazioni sociali.

Gli spazi in cui svolgiamo le nostre attività sono negli anni cambiati con noi. Pensiamo ad esempio alle nostre case: nel tempo sono diventate più piccole rispetto a quelle dei nostri genitori o dei nostri nonni adattandosi a nuclei familiari più piccoli, composti da persone che passano a casa un numero limitato di ore; sono però più performanti, confortevoli, “smart” perché siamo diventati più attenti alla qualità della nostra vita e vogliamo continuamente essere connessi ai nostri device. Ancor di più si sono trasformati gli spazi di lavoro, e sempre di più il confine tra spazio della casa e spazio del lavoro si fa indistinto, proprio grazie alla tecnologia.

Spazio vita/spazio lavoro – spazi informali

Un ruolo importante nella capacità delle case di adattarsi ad una realtà fluida è dato dagli elementi di arredo. Anche l’arredo si è evoluto in questi anni, fornendoci soluzioni sempre più informali, che tengono conto delle nostre esigenze contemperandole con i nostri gusti, cercando di risolvere situazioni molto diverse tra loro. Ad esempio è sempre più flebile il confine tra arredo per la casa ed arredo per il lavoro: tavoli e sedie che scegliamo per il soggiorno possono essere tranquillamente scelte per l’ufficio e quelle dell’ufficio possono essere passate alla cucina.

Mix funzioni

Nelle case di un tempo il tavolo della cucina aveva forma, dimensioni e materiali diversi dal tavolo del soggiorno: il primo doveva essere uno spazio di lavoro, di preparazione dei pasti e di convivialità quotidiana per i componenti di una famiglia che passava attorno a quell’oggetto gran parte delle ore della propria giornata; il secondo era lo spazio di rappresentanza dove si ricevevano gli ospiti in un’atmosfera quasi sacrale. Oggi è tutto l’inverso: cucina e soggiorno hanno smesso da tempo di esistere come spazi separati, c’è spesso un solo tavolo dove possiamo mangiare, aprire il pc, prendere un caffè al volo o aprire i cartoni della pizza per una cena con gli amici. Non chiediamo più all’arredo di assolvere ad una sola funzione, ma a molte: soprattutto chiediamo che sia piacevole e di qualità.

Arredo adattabile

Allo stesso tempo però gli elementi di arredo non possono essere considerati come oggetti di consumo: sono fatti per durare e per accompagnare per molto tempo le nostre vite. Date queste premesse può sembrare difficile mettere insieme durabilità e adattabilità: come può essere possibile? Ovviamente con una attenta progettazione di ogni singolo oggetto, con una alta conoscenza dei materiali e delle loro lavorazioni e con una attenzione costante alle richieste del mercato.

Tecnico/edonistico

Gli arredi trasformabili ad esempio sono una soluzione molto intelligente ai problemi di spazio ma hanno bisogno di essere progettati con cura e con i migliori materiali.

Adattare un arredo vuol dire costruirlo rendendolo in grado di resistere a tutti gli usi possibili o di assumere forme e configurazioni diverse, anche più volte al giorno. In definitiva è una sfida difficile che non tutti i produttori riescono a raccogliere e sono pochi gli esempi di arredi trasformabili di qualità.

Adattarsi al contesto poi significa anche cercare di raggiungere i gusti di molti: in questo senso ha grande importanza la scelta delle finiture di un oggetto di arredo. Orientarsi nel mondo delle finiture è complesso perché non sappiamo mai se scegliere secondo le caratteristiche tecniche di una finitura o secondo il suo appeal estetico. A questo aggiungiamo che spesso siamo frastornati da un’offerta di tipo diametralmente opposto: da un lato chi ci abbaglia con una miriade di finiture, dall’altro chi ci propone performance hi-tech ma senza un minimo di calore.

Le soluzioni migliori si trovano nel mezzo, laddove è l’esperienza di un produttore a fornirci una gamma ragionata di scelte: un ventaglio di proposte limitato ma di altissima qualità, capace di incontrare gusti ed esigenze di tutti e soprattutto dalle caratteristiche tecniche garantite.

È stato detto che il nostro è un tempo fluido: nel pensiero, nelle relazioni, negli spazi. È il tempo dell’arredo fluido.