fbpx

Viviamo un tempo del tutto inedito: siamo tutti costretti a casa nel tentativo di fare terra bruciata attorno ad un nemico invisibile e subdolo. Siamo sconcertati, abbiamo poche certezze e ci sembra di essere accerchiati, di non riuscire a difenderci nemmeno nell’intimità delle pareti domestiche. Anche rispettando un forte isolamento, non possiamo evitare di venire a contatto con l’esterno, non solo con le persone che inevitabilmente dobbiamo incontrare per le strette necessità, ma anche con tutti gli oggetti che ci entrano in casa dopo essere passati di mano in mano, come quel prodotto che abbiamo ordinato online o la spesa che abbiamo fatto al negozio sotto casa.

Ci hanno avvisato del fatto che il virus -ma anche i “normali” batteri che conosciamo da una vita- può rimanere sulle superfici per un certo periodo di tempo, a seconda delle caratteristiche del materiale stesso. Gli oggetti che portiamo in casa potrebbero essere stati appoggiati per terra o essere stati manipolati da persone che non hanno fatto attenzione ad usare guanti o mascherine: così facendo hanno reso queste cose potenziali veicoli di contagio.
Abbiamo però una certezza potente quanto semplice: l’igiene. E non un’igiene speciale, ma quella che le mamme ci insegnavano da bambini: mani pulite e casa pulita.

In questo senso la casa e l’arredo possono svolgere un ruolo determinante: non spazi da difendere ma alleati formidabili per aiutarci a difendere noi e i nostri cari da tutte le microscopiche aggressioni che provengono dall’esterno. Da tempo ormai la ricerca sui materiali per l’arredo ha raggiunto risultati di eccellenza, e sono state sviluppati negli anni laminati per l’ambito medicale che ora stanno entrando con forza nell’ambiente domestico. Negli ambulatori e negli ospedali la pulizia è discriminante ed occorre che gli arredi -per la loro forma, ma anche e soprattutto per il loro materiale- siano in grado di garantire standard elevati di igiene. Le aziende hanno pensato quindi a superfici performanti che non solo sono semplici da pulire e quindi offrono una buona igiene passiva, ma grazie alla loro composizione svolgono un’azione antibatterica attiva, autoigienizzandosi e limitando la carica batterica degli oggetti con cui vengono a contatto. Innumerevoli test e certificati dimostrano come la capacità dei laminati di rivestimento degli arredi possano essere davvero uno strumento per difenderci ma soprattutto aggredire una grandissima quantità di agenti patogeni, riducendone la carica fino al 99%.
La chiave di volta della chimica di queste superfici è l’argento. Fin dall’antichità infatti sono note le proprietà disinfettanti di questo metallo che veniva usato per la cura delle ferite da taglio; la sua straordinaria proprietà è stata sempre sfruttata dall’uomo e oggi continua a svolgere la sua funzione germicida nei filtri dei depositi di acqua della stazione spaziale internazionale.

Un alleato potente che ora è entrato nel design dell’arredo domestico regalandoci una grande quantità di superfici sicure ma anche estremamente belle e varie, in grado di adattarsi agli innumerevoli stili e gusti di tutte le abitazioni. Il laminato, che già sceglievamo per le sue qualità di resistenza e per la grande offerta di colori e finiture, si fregia oggi di una nuova e determinante caratteristica: quella di aiutarci a vivere la nostra casa in tranquillità, svolgendo sotto ai nostri occhi una protezione silenziosa e invisibile, ma implacabile.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER PER RIMANERE INFORMATO SULLE NOSTRE NOVITA’

Chi Siamo

In ogni particolare e finitura tutta l’esperienza di chi da oltre 30 anni immagina e realizza complementi d’arredo con inconfondibile stile e passione per il proprio lavoro… continua >

Seguici sui Social

       

Gipi Le Sedie s.r.l. - Zona Ind. Giacomo Brodolini, 10 - 60025 LORETO (AN) Tel. 071 7500351 - Fax 071 7500336 - Contatti - Privacy
CF-PIVA-Iscr. Reg. Imprese AN: 00925640427 | R.E.A : 98688 | Capitale Sociale : € 60.000,00 i.v. Copyright © - Tutti i diritti riservati